Il rilancio dell’aeroporto di Brescia passa dall’Oriente. LOMBARDIA



    

L’aeroporto di Montichiari, Brescia, grazie ai cospicui investimenti e a un programma di riordino societario che lo hanno rilanciato negli ultimi due anni, aspira...

#TAVOLOPUGLIA. Imprese ed istituzioni insieme per lo sviluppo e l’innovazione

Evento pubblico, Bari

20-03-2017     

Lunedì 20 marzo si è svolto il primo evento pubblico della terza edizione di ORTI intitolato “#TAVOLO PUGLIA. Imprese ed istituzioni insieme per lo sviluppo e l'innovazione”. L’evento si è tenuto a Bari dalle ore 14.30 alle ore 17.45 presso il Fortino Sant'Antonio, Lungomare Imperatore Augusto.

L’EMILIA-ROMAGNA CHE COLLABORA. Imprese e territori alleati per lo sviluppo e l’innovazione

Evento pubblico, Bologna

25-07-2016     

Lunedì 25 luglio si è svolto il terzo evento pubblico della seconda edizione di ORTI intitolato “L'EMILIA ROMAGNA CHE COLLABORA. Imprese ed amministrazioni territoriali alleate per lo sviluppo e l’innovazione”...

Porto di Civitavecchia: 20 milioni per il nuovo terminal crociere. LAZIO



    

È stato inaugurato lo scorso 27 novembre il cantiere per la realizzazione del nuovo terminal di Civitavecchia. Il progetto si svilupperà su un’area di...

Comune della Spezia ed ENEA firmano il Protocollo per lo sviluppo sostenibile della città....



    

Comune della Spezia ed ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) si alleano per lo sviluppo sostenibile della...

Documento di output #TavoloItalia18. Le relazioni tra imprese e territori per lo sviluppo economico...

Documento di output

06-12-2018     

La base di lavoro sono i tre modelli di regolazione della partecipazione e trasparenza che analizza il Capitolo 3 del Rapporto ORTI finale, che riassume il lavoro svolto nelle tre tappe locali dell’edizione 2018 (Piemonte, Lombardia e Campania). Nello specifico: (1) Modello Piemonte: „consulta e partecipa’, 2) Modello Lombardia: „sussidiaria e semplice‟, (3) Modello Campania: „semplifica e partecipa‟...

Comune e imprese non trovano l’accordo sul progetto del Traforo delle Torricelle. VENETO



    

Dopo un tira e molla durato diversi anni la lunga gestazione del Traforo delle Torricelle sembra aver trovato il suo (triste) epilogo. L’opera, infatti,...

I tempi “biblici” della PA allo studio del MiSE. Regioni del Sud fanalino di...



    

In Sicilia occorrono in media quasi sette anni per portare a compimento un’opera pubblica, in Basilicata sei. Lo dicono i dati elaborati dall'Unità di...

Milano: siglato l’accordo tra Comune, FS e Regione per gli ex scali ferroviari. LOMBARDIA



    

Firmato a Milano l’accordo di programma che porterà nel prossimo decennio a riqualificare le aree degli ex scali ferroviari.  Comune di Milano, Regione Lombardia ed...

Ancora discrepanze sull’eolico in Campania: il conflitto tra Governo, Regione e Anev. CAMPANIA



    

È una storia ancora senza fine quella dell’eolico campano che vede coinvolti la Regione, il Governo, le associazioni e i produttori di energia eolica. Dopo...

OPINIONI

Sud, Grassi (Industriali Napoli): “Più infrastrutture per il rilancio”

Intervista

26-07-2018     

Le infrastrutture prima di tutto, per creare le condizioni di contesto che consentano alle imprese di crescere e investire. E poi la burocrazia, che impone ancora procedure farraginose e lunghissime, e l’accesso al credito, per sostenere le aziende in questa fase di ripartenza dell’economia italiana.

L’economia di Ravenna tra vocazioni storiche e progetti all’orizzonte

Intervista

26-07-2018     

L’economia del mare – il cui perno è rappresentato dal porto, per il quale è in corso un ampio e importante progetto di ammodernamento – ma non solo. Sono numerosi gli asset attorno a cui ruota la vocazione imprenditoriale di Ravenna, dopo Roma il secondo capoluogo più grande d’Italia per estensione territoriale.

Colombo (Ance Lombardia): “Codice appalti deve essere modificato”

Intervista

26-07-2018     

La modifica del codice degli appalti per garantire, innanzitutto, la rapida cantierizzazione delle opere. E poi il rispetto dei tempi di pagamento da parte delle pubbliche amministrazioni – le cui lungaggini finiscono con il ripercuotersi anche pesantemente sulle imprese – e l’abrogazione dello split payment.