Accordo Genova-Airbnb sulla tassa di soggiorno. LIGURIA



    

genova_airbnbIl Comune di Genova e Airbnb hanno raggiunto l’accordo per l’applicazione, la riscossione e il versamento dell’imposta di soggiorno. I turisti potranno così pagare la tassa direttamente al momento della prenotazione. Un vantaggio a chi affitta che non dovrà più calcolare e trasferire quanto dovuto al Comune. Si prevedono maggiori entrate per 300.000 euro da reinvestire in sviluppo turistico.

Firmato lo scorso 9 giugno, il protocollo d’intesa consentirà al Comune di diventare un vero e  proprio laboratorio per il turismo da sharing economy. A sottoscrivere l’intesa per Airbnb c’era Chris Lehane, Head of Global Policy and Public Affairs mentre per il capoluogo ligure era presente Carla Sibilla, Assessore al turismo e alla cultura.

L’Assessore Sibilla si è dichiarata molto soddisfatta dell’accordo “risultato di un lungo lavoro portato avanti dall’Amministrazione civica e permetterà di regolamentare un settore rilevante della ricettività cittadina; basti pensare che la piattaforma Airbnb conta nella sola città di Genova circa 4 mila posti letto. Le risorse che arriveranno saranno utilizzate per la promozione della nostra città, che sempre più afferma la sua forte potenzialità turistica. Genova costituisce oggi un modello positivo per aver individuato, assieme ad Airbnb, un sistema semplificato ed efficace di gestione dell’Imposta di Soggiorno attraverso la piattaforma; questo percorso  può rappresentare  un indirizzo per la legislazione nazionale e una buona pratica per tante città italiane ed europee, favorendo  un sistema di sviluppo turistico sostenibile dal punto di vista sociale ed economico”.

Il manager della piattaforma online ha sottolineato come “Genova è nota per essere una città con uno sguardo sempre volto al futuro e siamo orgogliosi di continuare il nostro impegno atto a venire incontro ai cittadini, semplificando processi complessi, e a aiutare le autorità competenti a ricevere quest’importante risorsa finanziaria. Quest’accordo è il capitolo più recente del nostro rapporto con l’intera Regione Liguria, dove abbiamo supportato 64.000 ospiti in viaggio a Genova e generando un impatto economico nella città di oltre 32,7 milioni di Euro.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.