Infrastrutture: accordo Rfi – Regione per potenziare la rete ferroviaria. LOMBARDIA



    

accordo_rfi_lombardiaMigliorare i collegamenti ferroviari regionali. Questo il principale obiettivo dei due accordi siglati lo scorso 19 gennaio tra la Regione Lombardia e Rete ferroviaria italiana (Rfi). Presenti l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni e l’assessore regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte. Il primo accordo prevede il potenziamento di cinque stazioni sulle linee Mortara-Milano, Milano-Lecco-Sondrio-Tirano e Codogno-Mantova. Nel dettaglio si tratta di  interventi di velocizzazione e potenziamento infrastrutturale e tecnologico funzionali sia per sviluppare il trasporto pubblico locale e regionale sia per incrementare gli standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario; realizzare nuove fermate, per ampliare i centri urbani serviti dalla rete ferroviaria regionale; migliorare la connessione fra l’infrastruttura gestita da Rfi e quella di Ferrovie Nord Milano. Le opere infrastrutturali saranno realizzate per fasi entro il 2022 e comporteranno un investimento di 83 milioni di euro  da parte di Rfi e della Regione. Il secondo accordo riguarda invece la ferrovia tra Italia e Svizzera nel tratto Arcisate (Varese) – Stabio (Canton Ticino). Rfi si impegna a realizzare una serie di opere per 260 milioni di euro al fine di mitigare i disagi subiti dagli abitanti. La conclusione dei lavori è prevista per il 2017.

L’articolo su IlSole24Ore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.