Intesa tra Gallipoli e Taranto per rilanciare i porti. PUGLIA



    

Gallipoli_PortoGallipoli guarda al porto di Taranto. Le due città dello Ionio vogliono diversificare e sviluppare nuovi traffici commerciali e turistici ed è proprio in quest’ottica che il sindaco di Gallipoli ha avviato la procedura per l’inserimento formale del porto di Gallipoli nell’Autorità di Taranto.

Per il primo cittadino, Stefano Minerva, questo percorso “rappresenta un’opportunità di integrazione delle attività commerciali e logistiche dei due scali. Il tutto in un’ottica di diversificazione dei traffici che valorizzerà la vocazione turistica e commerciale di entrambi i porti e in linea con quella che è la nostra programmazione in questo ambito.  Il porto di Gallipoli, è già stato definito tra l’altro come porto pivot nell’analisi di fattibilità del Sistema regionale della portualità turistica in considerazione delle sue potenzialità e della sua posizione strategica lungo la costa ionica e deve rivestire un ruolo determinante per il sistema turistico pugliese e per la creazione di nuovi itinerari turistici in ambito regionale”.

Pieno sostegno dal Presidente dell’Autorità portulae, Sergio Prete, che ha chiarito come “lo scopo è quello di creare sinergie per ampliare la gamma delle opportunità per l’area di influenza. La procedura è avviata, per completarla bisognerà coinvolgere anche Regione Puglia e ministero dei Trasporti”.

L’intesa con Gallipoli potrebbe fornire impulso al Piano strategico del turismo 2016-2025 della Regione prevede, tra l’altro, il potenziamento delle infrastrutture regionali, porti, aeroporti, ferrovie e la messa in rete di quelle esistenti.

La notizia su Lecce Prima

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO